Casa Comunale Cimadera –
 ristrutturazione

Il progetto prevede la ristrutturazione e il risanamento dell’edificio attualmente adibito a casa comunale per trasformarlo in una struttura ricettiva con un bar/ristorante al piano terreno e due monolocali al primo piano. Il progetto prevede il risanamento termico delle murature che vengono rivestite con uno strato di materiale isolante. Il perimetro, la distribuzione e l’altezza al colmo dell’edificio originale vengono rispettati.

Il progetto prevede la creazione di un passaggio coperto (sottoportico) che attraversa l’edificio agganciandolo al percorso che unisce i due spazi pubblici principali del comune (Municipio e Chiesa), passando attraverso il nucleo storico. Al confine nord è collocata una struttura per il parcheggio di biciclette.

La sistemazione esterna prevede la pavimentazione di una parte dello spiazzo e del percorso con materiale pregiato (lastre di granito). Lo spazio è attrezzato con 6 tavoli in pietra e panche. Il limite dello spiazzo è definito da una siepe bassa che nasconde a chi è seduto la vista sui cassonetti dei rifiuti collocati a sud del lotto. La siepe – composta da essenze autoctone – favorisce la biodiversità.

Si prevede l’impiego di energie rinnovabili: legno (pellet) per la centrale termica e pannelli fotovoltaici sulla copertura per la produzione di energia elettrica.
Il progetto prevede l’uso di materiali naturali ticinesi: lo spazio esterno del bar e il percorso sono pavimentati con lastre in granito – finitura «a spacco» – posate a correre. I muri dell’edificio sono intonacati (intonaco a base di calce) e caratterizzati da uno zoccolo in pietra naturale: lastre in granito con finitura «piano sega».

La pianta del piano terreno è attraversata dal percorso che passa nel sottoportico dal quale si accede al bar attrezzato con una piccola cucina (superficie totale 62.21 m2).
Sul lato opposto si aprono le porte che conducono ai locali: deposito del bar; locale tecnico centrale termica; bagni bar (uomini, donne e disabili); dall’esterno dell’edificio si può accedere a due docce (uomini e donne) disponibili per gli escursionisti o i mountain bikers.
Dal sottoportico si accede anche al primo piano attraverso una scala esterna metallica, chiusa da un cancello. La pianta del primo piano ospita due monolocali (32.16 e 39.77 m2), rispettivamente 2 e 4 posti letto. I monolocali hanno un’entrata autonoma, sono attrezzati con cucina, armadi e bagni completi con ventilazione naturale. Il monolocale più piccolo è munito di un ampio terrazzo (47.74 m2) costruito sopra la copertura del bar.
Il monolocale più grande gode di una vista aperta verso nord-ovest. I monolocali possono essere affittati anche per brevi periodi.

Casa Comunale Cimadera –
 ristrutturazione

Progetto

2012

Architetto: Enrico Sassi