Spazio incontro Sonvico

Il progetto di rigenerazione urbana e il traffico di traffico per il nuovo “Spazio Incontro” di Sonvico fa parte di un più ampio piano generale per le aree Dino e Sonvico. Il concetto sottostante che informa il progetto generale può essere riassunto in cinque punti:

1.  Individuazione di un percorso pedonale indipendente separato dalla strada cantonale

2. Migliorare e riqualificare il percorso pedonale che attraversa l’intera area

3. Marcatura del percorso con materiali coerenti in modo che sia facilmente leggibile

4. Rinnovare le regioni pubbliche e pedonali come strumenti per mitigare il traffico automobilistico

5. Migliorare, se necessario, la disponibilità di servizi e infrastrutture urbane (parcheggi, banchi, nuovi spazi pubblici).

Il progetto per la riqualifica del nuovo “Spazio Incontro” prevede la trasformazione di uno spazio residuale e disordinato in un nuovo spazio pubblico in sinergia con i lavori di moderazione del traffico.

 

MARCIAPIEDE – è stato costruito il tratto di marciapiede che completa la rete locale dei percorsi pedonali, lo spazio definito dal dosso di moderazione del traffico accoglie due fermate del trasporto pubblico ARL.

SPAZIO INCONTRO – è stato fabbricato un nuovo spazio orizzontale di 70 m2. L’accesso da monte avviene tramite una nuova scala. Lo spazio è delimitato da due nuovi muri in calcestruzzo armato: uno di geometria rettilinea e uno di geometria curvilinea.

MURI IN CALCESTRUZZO – per la costruzione dello spazio orizzontale sono stati fabbricati due nuovi muri: uno di geometria rettilinea e uno di geometria curvilinea. I muri sono in calcestruzzo armato con sistemi di casseratura distinti (pannelli di 250×50 cm con legature a vista per il muro rettilineo, tavole accostate verticalmente per il muro curvilineo).

PANCHINA XL – è stata costruita una nuova seduta addossata al muro rettilineo lungo la strada. Si tratta della rivisitazione delle panchine storiche che arredano il lungolago di Lugano. Le gambe sono fusioni in ghisa realizzate appositamente a partire da un modello storico prelevato dal lungolago. La seduta è costituita da listoni in legno verniciati di rosso. La panchina rossa XL ha una lunghezza di 6.5 metri ed è la panchina rossa più lunga della città.

COLLINA E QUERCIA – il muro curvilineo si conclude con una grande aiuola circolare, il bordo può essere utilizzato come seduta. Lo spazio circolare ha un diametro di 4.8 metri e organizza una piccola collina artificiale terrazzata con pietre di Sasso di Caprino. La sommità della collinetta accoglie un albero ad alto fusto (Quercia – quercus petraea).

PRATI SECCHI – La sistemazione del verde ripropone le essenze dei prati secchi calcarei tipici del gruppo di montagne denominate “Denti della Vecchia”, che caratterizzano il paesaggio di Sonvico. La selezione delle specie vegetali “prati secchi calcarei”, la loro semina e la messa in dimora sono una prima a livello svizzero. La selezione vegetale è stata realizzata appositamente per questa sistemazione.

BIOTOPO – In contrapposizione alla “sterilità” dei muri in calcestruzzo armato è stato costruito un muretto-aiuola, atto ad ospitare forme di vita. Si tratta di una gabbia metallica in tondini di ferro riempita con pietrame calcareo (sasso di Caprino), senza uso di malta legante così da produrre una grande quantità di anfratti nei quali trovano dimora specie vegetali caratteristiche e piccola fauna.

RIUSO – Lo spazio è stato costruito privilegiando, quando possibile – il riuso di materiali come l’antica caditoia in granito e le pietre in Sasso di Caprino che sono state ottenute dallo scavo di un cantiere municipale a Gandria.

Sonvico riqualifica urbana e moderazione traffico

Progetto: 2015 – 2016

Fotografie: Marcelo Villada Ortiz

Scheda tecnica

Committente: Città di Lugano

Architetto: Enrico Sassi

Collaboratori: Roberta Blasi, Irene Lucca

Ingegnere civile: Mauri & Associati SA

Consulenza naturalistica: Giuliano Greco, Oikos 2000

Impresa: Implenia Svizzera SA

Arredo urbano: Città di Lugano – Dicastero Servizi Urbani

Panchina “Lugano” – struttura: Tenconi SA / Nottaris Baugruss AG

Falegname: Pietro Bignasca

Verde: Daniel Labhart (essenze prati secchi), Fabio Forni (posa)

Illuminazione speciale (corrimano): Hans Kohler AG

Illuminazione: AIL – Aziende Industriali del Luganese

Pubblicazioni

Notizie